Contapezzi per Macchine di Produzione

La raccolta dati di produzione
13 Gennaio 2014
Controllo e tracciabilita’ in produzione
22 Maggio 2014

Contapezzi per Macchine di Produzione

Quanto può essere attendibile la dichiarazione manuale degli operatori? Possiamo fidarci dei dati inseriti manualmente che provengono dai terminali? Possono gli operatori più o meno involontariamente (ad es. per abitudini consolidate, o semplicemente per comodità personale) falsare le nostre statistiche di produzione?
Cosa ci permette di avere un sistema ottimale ?

Sicuramente un sistema di qualità utilizzato da operatori professionali ed addestrati è la chiave per ottenere dati attendibili. Ma se occorre avere la certezza assoluta sulle quantità prodotte potrebbe essere necessario by-passare gli operatori. Come? Collegando i terminali di acquisizione dati direttamente alle macchine, con lettura automatica dei pezzi prodotti.
E’ anche possibile il prelievo di ulteriori segnali, come ad es. lo stato macchina: questo ci permette di sapere quando e quanto lavora la macchina, e quindi il calcolo dei tempi di fermo (ed eventualmente con ulteriori segnali anche le cause), affinando l’analisi della produttività delle risorse-macchina, e gli scostamenti rispetto alle prestazioni teoriche. Tutto questo in tempo reale.

Altro aspetto molto interessante è dato dall’ausilio di contapezzi ottici od ad induzione. Per macchine dove non esistono già contapezzi installati o dove, per vari motivi, non possiamo prelevare un segnale attendibile, é possibile installare un contapezzi esterno. In questo caso è importante una fase di preanalisi dettagliata delle macchine di produzione dal punto di vista meccanico, con l’ausilio di tecnici specializzati interni o esterni all’azienda sulle macchine stesse.

I contapezzi ottici sono migliori nel rapporto qualità prezzo e come precisione, ma in casi frequenti di ambienti industriali con sporco, oli, polveri, residui da lavorazioni, si possono utilizzare contapezzi di tipo induttivo; da essi si ottiene un segnale impulsivo, gestito tramite opportune elettroniche di controllo, al passaggio di un prodotto in METALLO. Le prestazioni sono dettate dalla qualità del sensore/contapezzi; è possibile intercettare prodotti metallici fino a 2/3mm di diametro minimo, ad una velocità massima di produzione dell’ordine di 20000 pezzi/h.

Questi sono solo alcuni esempi di applicazioni già installate e collaudate, e le tipologie di strumenti che abbiamo a disposizione sono varie ed in continua evoluzione. Essendo produttori della parte di controllo, sia null, che software gestione produzione e firmware, abbiamo garantito nel corso di molti anni di attività la soddisfazione per tutte le esigenze dei clienti.