Il mercato, oggi, è diventato praticamente impossibile.

I prezzi sono scesi a livelli impensabili, e la competitività è massima.

La Rivoluzione 4.0 si sta abbattendo sulle aziende senza pietà, e queste si stanno facendo trovare impreparate ad affrontare la tempesta.

Non potendosi permettere sprechi ed errori, i clienti sono diventati terribilmente selettivi.

Per scegliere a chi affidarsi, i criteri maggiormente utilizzati sono:

  • Valore effettivo del prodotto. Niente scherzi, voglio esattamente quello che ho comprato. Credimi, è meno scontato di quel che sembra.
  • Controllo dei costi. Te lo ripeto: gli sprechi non sono più tollerati. Per cui, l’attenzione è massima

Lascia però che ti riveli un segreto.

Per quanto questi elementi siano importanti, non sono loro a fare la differenza.

Non sono determinanti al momento della scelta. Lo sono dopo, a parità d’offerta.

Ma al momento della scelta l’elemento chiave che fa la differenza è un altro.

La prima cosa che un cliente guarda, nel momento in cui deve effettuare un acquisto, è il tempo di completamento della fornitura.

In un mercato iper-competitivo, la rapidità è tutto.

I clienti lo sanno bene. Ma le aziende si sono adeguate?

Indovina un po’ la risposta? Esatto, non c’è bisogno che te la dica io.

La maggior parte delle aziende italiane, soprattutto le PMI, fatica a stare al passo perché non ha un controllo serrato su uno degli elementi fondanti del business, ossia il controllo della linea.

Senza un sistema informatico a controllare la linea di produzione, è impossibile velocizzare i processi.

Di conseguenza i ritardi si accumuleranno, le forniture usciranno in ritardo e tutto ciò che otterrai sarà clienti infuriati con te perché non hai consegnato in tempo.

Senza un sistema che pianifichi i carichi di lavoro, monitori le condizioni critiche e regoli lo svolgimento dei processi, non è possibile mandar via la roba in tempo.

Risultato? I clienti sceglieranno altre aziende più efficienti e tu, ancora una volta, sarai costretto ad abbassare i prezzi. Vuoi sapere perché tutto ciò succede?

Semplice: la maggior parte delle aziende crede che gli strumenti con cui superare e battere la concorrenza siano:

  1. Tecnologie di produzione che permetteranno di produrre materiali sempre più leggeri e
    resistenti.
  2. La meccatronica, ossia l’unione della parte meccanica a quella elettronica di un processo
    produttivo, permettendo così di modernizzare anche vecchi impianti meccanici risparmiando
    sui costi.
  3. La robotica, per velocizzare la produzione
  4. Nuove tecnologie informatiche di gestione delle risorse interne, che permettono di
    automatizzare i processi senza dover assumere nuovo personale
  5. Sistemi MES specifici per aumentare la produzione nelle fabbriche

Questi sono elementi certamente molto importanti per il progresso e lo sviluppo di un’azienda.

Ma c’è un ma. Infatti, un’azienda può benissimo fallire anche avendo a disposizione ciascuno di questi 5 punti chiave.
Semplicemente, manca un pezzo.

Immaginati un palazzo. Uno molto alto, diciamo un grattacielo.

Visto da fuori sembra tutto perfetto, scintillante e modernissimo.

Le vetrate esterne sono lucenti e impeccabili, gli interni sono eleganti e innovativi.

Eppure, se per puro caso i pilastri di fondazione del palazzo non fossero costruiti secondo i giusti criteri…Il grattacielo crollerebbe nel giro di pochi minuti.

Adesso, immaginati che ciascuno di quei 5 elementi che abbiamo visto prima sia una parte del grattacielo.

Abbiamo il rivestimento, gli interni, tutti gli elementi che lo compongono.

Ma senza i pilastri di fondazione, questi elementi da soli non reggono.

I pilastri di fondazione sono quell’elemento chiave che fa stare in piedi il palazzo, quell’elemento che regge tutto.

Ci sei arrivato, vero? Esatto.

I pilastri di fondazione di un palazzo sono il corrispettivo del nostro sistema informatico, che sta alla base della nostra azienda e permette il corretto funzionamento di tutte le sue parti.

E vuoi sapere il perché, in piena Quarta Rivoluzione Industriale, molte aziende sono sull’orlo del fallimento?

Perché affidano la costruzione dei pilastri di fondazione del loro palazzo a fornitori non adeguati, incapaci e opportunisti.

Personaggi pronti a rifilare la qualunque pur di mettere insieme il pranzo con la cena. Facendo danni ENORMI all’azienda senza che questa possa reagire in tempo.

Perché si affidano ad aziende opportuniste, che non vedono l’ora di sfruttare l’occasione buona per appioppare qualche software di bassa fattura a qualche sciagurato imprenditore.

Ti lascio una statistica, spero di farti riflettere.

Oltre il 30% dei software acquistati e installati dalle aziende, non viene utilizzato.

Comprato e lasciato lì.

Perché?

Perché non è quello di cui l’azienda aveva bisogno.

Il fornitore ha rifilato la sola ed è sparito. Fine della storia.

E allora come puoi difenderti? Come puoi evitare di essere una di queste aziende.

Con DUE punti fondamentali:

  • Fare una pre-analisi della tua linea produttiva

  • avere una Garanzia

Manda subito un email a info@artechitalia.com 

per avere maggiori informazioni